imediweb

Il web marketing, se fatto bene, costa tanto. Ma c’è una soluzione anche a questo!

 

Per un dottore, una clinica o un professionista sanitario i costi da sostenere per la propria attività sono molteplici e spesso finiscono per limitare alcuni investimenti fondamentali, di breve e lungo periodo, come quelli relativi al marketing.

 

Qualora tu non lo sapessi le spese di marketing digitale sono deducibili al 100% e molti dottori e cliniche dopo aver appreso questa notizia si sono buttati online. Dopotutto, come dargli torto? 

 

Possiamo affermare quindi che la scelta di investire in azioni di marketing e in servizi di consulenza commerciale porta un doppio vantaggio: un “ritorno economico” ( visibilità business, acquisizione clienti, etc) e un ritorno nell’investimento attraverso la completa deducibilità come costo sostenuto.

 

Quali sono alcuni dei servizi deducibili completamente?

• consulenza web marketing

• consulenza social media marketing

• influencer marketing

• content marketing

• community marketing

• formazione web marketing e social media marketing

• realizzazione loghi e siti web

 

 

 

Tutte queste spese sostenute per dare maggiore visibilità al tuo sito web sono deducibili al 100% nell’anno in cui sono sostenute, oppure possono essere ammortizzate nei prossimi 5 anni. Tale requisito deve essere effettuato e dedotto dal reddito imponibile al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi; devono essere soddisfatti i seguenti requisiti:

 

• Competenza – Le spese devono essere attribuite all’anno in cui sono sostenute (se si riferiscono a servizi resi tra due anni, la corrispondente quota di spesa deve essere riscossa in ciascuno di tali anni);

• Certezza: sono necessarie le registrazioni delle spese;

• Inerenza – Deve esserci una correlazione tra i costi pubblicitari sostenuti e le entrate guadagnate.

 

 

Nelle spese di marketing possono rientrare anche quelle pubblicitarie, tipiche delle imprese che operano offline.

Tutte le spese relative alle attività di marketing e pubblicità collegate ad un contratto chiaro, comprese quelle per le consulenze di web e social media marketing, sono deducibili al 100%.

 

SPESE DI RAPPRESENTANZA

 

L’ AdE considera tutte le iniziative volte a mantenere e diffondere l’immagine aziendale e la reputazione del professionista, soprattutto laddove non vi sia un chiaro collegamento con un reddito significativo, specifico o potenziale. In particolare, i compensi devono avere caratteristiche essenziali per essere inclusi nei compensi di rappresentanza: la loro natura gratuita o il corrispettivo che le controparti non hanno pagato per prestazioni professionali. Non sono completamente deducibili e non consentono la detrazione dell’IVA pagata in fattura. In particolare, la delibera n. 27/E del 12 marzo 2014, ritiene ricomprese nelle spese di rappresentanza: le spese di viaggio per finalità promozionali, le spese per feste, ricevimenti e banchetti, cerimonie ed eventi inaugurali e distribuzione gratuita di beni e servizi (Gadget alle fiere e conferenze) altri costi.

 

QUANDO LE SPESE DI MARKETING DIGITALE NON SONO DEDUCIBILI

 

Le spese non sono deducibili se sono di natura personale o contrassegnate dall’IRS come relative a un “hobby”. Per una spesa deducibile, deve verificarsi nell’azienda che genera il reddito. Per definizione, ciò significa che l’azienda deve generare reddito in 3 dei 5 anni consecutivi o potrebbe essere etichettata come un hobby e l’IRS può annullare tutte le detrazioni relative all’attività sulla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente. 

 

 

Quali sono le comuni deduzioni del marketing digitale?

 

Dal momento che molti studi specialistici si affidano al marketing digitale per far crescere la propria attività ci sono molte opportunità per ridurre la loro responsabilità fiscale. Le attività di marketing digitale che si qualificano come spese deducibili includono:

 

• Costi e tariffe del sito web

Durante l’acquisto di un sito Web, ci sono diversi costi in cui incorre un business. Questo include la registrazione del dominio e le spese di hosting. Oltre ai costi associati a sviluppo, progettazione e manutenzione. Tutte queste sono spese aziendali necessarie.

 

• Sottoscrizioni

Quando si parla di marketing digitale, ci sono molti strumenti che possono rendere le cose molto più semplici ed efficaci. Dai cruscotti dei social media come Hootsuite, i programmi CRM come Hubspot o i profili aggiornati come LinkedIn Pro. Tutto questo comporta una sorta di costo di sottoscrizione, che può essere considerato una spesa aziendale necessaria.

 

• Posizionamento di annunci

Proprio come il posizionamento di annunci tradizionali, il posizionamento di annunci online utilizzando annunci Google Adwords o PPC è fiscalmente deducibile. Come sono annunci sponsorizzati su siti di social media come Facebook, Twitter e Instagram. Questi sono tutti esempi di un ottimo modo per espandere la portata di un’azienda e anche migliorare il ROI. Tuttavia, il costo associato alla pubblicazione di annunci sponsorizzati su questi siti può aumentare nel tempo. Fortunatamente, questi costi sono associati alla crescita del business, quindi possono essere considerati come spese deducibili.

 

Creazione di contenuti

Il contenuto è una forza trainante in qualsiasi strategia di marketing digitale. È importante procurarsi contenuti di buona qualità che siano pertinenti e coerenti. Poiché un buon contenuto può richiedere del tempo per la creazione, molte aziende esternalizzano la propria creazione di contenuti. Ad esempio, molte aziende scelgono di assumere uno scrittore di blog professionale. Questo aiuta a creare un buon flusso di contenuti di blog di qualità, che stabilisce il business come un’autorità nel loro settore. Risparmia anche il tempo lavorativo e fornisce un’altra spesa deducibile. Questo può anche includere i costi associati alla fotografia professionale e alla creazione di video.

 

Onorari professionali

Molti professionisti del marketing digitale si affidano alle competenze di altri professionisti del settore. Queste spese professionali esternalizzate ad esempio: web designer o gestori di social media sono deducibili al 100%.

 

• Istruzione e formazione

La formazione continua e la formazione nel marketing digitale sono necessarie per rimanere pertinenti e competitivi. Le tendenze cambiano e la tecnologia migliora, quindi è importante rimanere aggiornati sugli ultimi. I costi associati alla partecipazione a un corso di formazione o una conferenza di marketing digitale si qualificano come spese deducibili. Questo include le tasse del corso, le spese di iscrizione e anche le spese di viaggio.

 

Contattando il vostro commercialista di fiducia potrete avere quest’ultima conferma e sarete pronti per iniziare. 

 

Vuoi saperne di più? Non esitare a contattare imediweb! 

 

Analizzermo la tua specifica casistica e programmeremo gratuitamente per te un piano di azione per il raggiungimento dei tuoi obiettivi tramite il marketing!

 

Vi aspettiamo!

Scroll Up